E' il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante

Antoine de Sanit-Exupérie

La tecnologia senza un'anima non produce risultati

Viviamo in un era dove la tecnologia la fa da padrona, ma qualunque tecnologia ha bisogno di un’anima per funzionare al massimo delle sue potenzialità. La tecnologia permette di superare limiti incredibili, di spazio e di tempo, ma resta sempre l'uomo o la donna la fonte di idee, strategie, colpi di genio, soluzioni dell’ultimo minuto. 
In questi anni sempre più si parla di soft skills come abilità trasversali che spesso incaselliamo dietro le etichette "competenze relazionali". In realtà riconoscere le soft skills è molto più complesso: non sono informazioni su ciò che si è fatto lavorativamente nel passato a poterci dare inequivocabili risposte su questo punto. Sono empatia, flessibilità, consulenza. 

Sono competenze sfumate, personali, ma enormemente importanti.

Siamo tutti spesso valutati per le nostre hard skills ovvero le nostre competenze squisitamente tecniche, quelle che leggiamo nei vari curriculum e che dipendono da percorsi di studi, esperienze lavorative, corsi di aggiornamento, approfondimenti vari. 

La principale differenza tra le hard e le soft skills sta nel fatto che le prime si possono sempre imparare. 

Le seconde difficilmente. Perché fanno parte di ciò che siamo. Sono inclinazioni innate delle persone. 

E riconoscerle è complesso.  

Chiara Anteri

Appassionata di comunicazione come comportamento, lavoro da vent'anni nella strategia di comunicazione, e produzione di contenuti e creatività per imprese e amministrazioni (attraverso eventi poliqualitativi). 

Ho lavorato su tematiche come la sostenibilità, la promozione territoriale, la cultura didattica, la formazione imprenditoriale e artigianale, l'innovazione sociale. 

Ho scritto diversi libri sulla comunicazione e partecipato ad iniziative di studio e di elaborazione professionale, svolgendo docenze come esperta del settore comunicazione strategica, pubblicità, marketing ed eventi presso corsi Universitari e Centro Studi, Enti di formazione.

Alessandro Pazzaglia

Dopo la mia formazione in scienze economiche, mi sono occupato di sviluppo commerciale e marketing per le politiche di vendita, lavorando per più di 20 anni per alcune grandi aziende nazionali leader del settore della moda italiana (Pancaldi, Melania, IMAC/Primigi, RucoLine) . Le mie esperienze professionali mi hanno portato soprattutto a lavorare con mercati esteri (Export Manager) e a confrontarmi con il mondo del commercio internazionale. 
Ho una grande capacità di mettere in relazione mercati e opportunità di lavoro, sapendo cogliere canali o strumenti per ampliare il business, mi piace approfondire e rimanere aggiornato sui focus di interesse del settore e sono un attento conoscitore dei trend del momento.
Mi piace andare col vento di bolina, non solo perché la mia passione è la vela, ma perché spesso riesco ad andare avanti, appunto, nonostante il vento contro.

Angela Volpi

Nella mia vita mi sono sempre lasciata trasportare dalla curiosità, dalla ricerca di nuove strade da percorrere, da nuovi mondi da scoprire ed è per questo che dopo gli studi in Economia e Commercio mi sono specializzata presso il Master Centro Studi Cogno e Associati di Roma sulla Comunicazione e Marketing d'Impresa. 

A Roma ho iniziato il mio percorso lavorativo all'interno di società di produzione e distribuzione cinematografica per coproduzioni internazionali, ho poi lavorato in Rai, Mediaset, Sky occupandomi di redazione di programmi televisivi.  Ho conosciuto l'umanità, ogni persona mi ha raccontato la sua propria storia, aprendomi le porte del suo mondo. Un lavoro ricco e vario: dai programmi di attualità a programmi di intrattenimento, a documentari a sfondo sociale.